E torniamo a parlare di denim, non solo perché ci piace e non passa mai di moda ma perché è un tessuto che per produzione e trattamenti pone sfide sempre nuove alla sostenibilità, l’abbiamo visto anche al seminario organizzato da ISKO cui eco-à-porter ha preso parte.

Uno degli appuntamenti dedicati all’industria mondiale del denim è il Kingpins Show di Amsterdam, di cui abbiamo già parlato come evento che si tiene in diversi periodi dell’anno in varie città del mondo e che ad Amsterdam collabora con la House of Denim,  un’organizzazione non-profit che lavora per un approccio più sostenibile, innovativo e collaborativo all’industria del denim.

Al Kingpins prendono parte anche tante aziende italiane che sviluppano e propongono soluzioni innovative e responsabili nella lavorazione del jeans, tra queste Garmon Chemicals, compagnia con sede a San Marino, specializzata in prodotti e processi chimici da applicare all’abbigliamento.

Parlare di sostenibilità applicata alla chimica sembra un po’ un ossimoro perché si sa che spesso sono proprio le sostanze utilizzate nei vari trattamenti e finissaggi a essere responsabili di tossicità e inquinamento ma proprio per questo ricercare e sviluppare alternative con il minor peso ambientale è una mission che tutte le aziende impegnate nel cambiamento devono avere.

E Garmon è appunto tra queste. Al Kingpins l’azienda ha presentato Avol Lime, un neutralizzante ecologicamente avanzato che, utilizzato in combinazione con Avol Oxy White (no, non è un dentifricio!) l’agente sbiancante che sostituisce il permanganato di potassio, consente di ottenere un processo di decolorazione del jeans sicuro e sostenibile.

Il permanganato di potassio è un composto che ha svariati usi e viene appunto utilizzato anche per la decolorazione dei tessuti; ha una tossicità acuta relativamente bassa, ma a causa delle sue proprietà ossidanti è fortemente irritante per gli occhi, per le vie respiratorie, per la pelle e per ingestione, oltre ad essere fortemente inquinante per le acque con effetti di lunga durata. Solitamente, per neutralizzare il permanganato e suoi residui, vengono usati prodotti con nomi abbastanza impronunciabili come l’idrossilammina e il metalbisolfito di sodio, anche queste sostanze nocive, irritanti, pensiamo a chi ne viene in contatto tutti i giorni lavorandoci!

Quindi diciamo che sia il neutralizzante Avol Lime che lo sbiancante Avol Oxy White rappresentano un innovativo passo avanti, il primo perché, in caso di utilizzo del permanganato lo rimuove efficacemente producendo al contempo capi con contrasti migliori e decolorazioni più chiare ed è già attivo a temperatura ambiente, il secondo perché è esente da composti di manganese, metalli pesanti e alogeno derivati, risulta sicuro nell’utilizzo e facile nell’applicazione e non necessita di processi di asciugatura in macchina o indurimento, perciò ne conviene anche un risparmio energetico.

Forse ci soffermiamo troppo sui prodotti finiti e troppo poco sui passaggi che li precedono, invece è importante affrontare tutte le fasi produttive di un capo, soprattutto quando si parla appunto di tessuti come il denim, che ci piace tanto, sì, ma a quale prezzo?

E proprio per far sì che il consumatore sappia che i capi sono stati trattati con i prodotti Garmon, al Kingpins Show è stato presentato anche uno speciale cartellino dotato di un codice QR che, scansionato, fornisce l’esatto ammontare delle risorse naturali risparmiate durante il finissaggio del singolo capo, insieme alle informazioni legate alla sicurezza del prodotto chimico per quanto riguarda ambiente, lavoratori e consumatori finali.

Anche questa innovazione fa parte della promozione della piattaforma di Garmon greenofchange®, strumento dedicato al miglioramento di sicurezza e performance ambientali della chimica applicata al tessile, a sua volta legato ai greenofchange® Days, serie di workshop internazionali che coinvolgono docenti, opinion leader e tecnici, incoraggiati a condividere expertise e best-practices del settore. Lo scopo è migliorare la conoscenza in tema di sostenibilità e sviluppare nuove strategie per far progredire l’intera industria. L’ultimo greenofchange Day si è tenuto il 13 aprile scorso a Nuova Dheli.

Il primo greenofchange Day

E voi, consumatori, chiedetevi sempre qual è il vero prezzo dei vostri capi o dei vostri jeans, non quello che avete pagato voi ma quello reale, che coinvolge la salute dell’ambiente e di chi quel capo l’ha prodotto.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here